sabato 12 luglio 2014

La primavera nei tuoi occhi

Capitolo 6 - Amici
Raggiungo Blue al tavolo. Sbatte le palpebre come se la luce del sole fosse troppo forte, ma io so bene che sta cercando di non piangere. Mi siedo accanto a lei, silenziosamente. Lei mi lancia un' occhiata veloce, poi singhiozza: - Vai via - scoppiando in lacrime. Non so nemmeno io cosa sto facendo, eppure la abbraccio. - Shh, va tutto bene - le dico stringendola a me: nonostante la felpa, il suo corpo è gelido. - R-romeo... è stato... così crudele... - sento le sue braccia avvolgere il mio corpo in una stretta debole. - Lo so. Lo so. - cerco di avere uno tono rassicurante. La tengo stretta a me finché non si calma, poi lei si asciuga le lacrime, staccandosi dall'abbraccio: - Mi dispiace, è imbarazzante... - ridacchia fra le lacrime guardando la mia maglietta bagnata. - Non fa niente - sospiro - Blue. - sento che devo darle una certezza, mi sento in dovere di dirle che su di me può contare. - Blue, ti puoi fidare di me. - non so bene come dirglielo, e quando sto per farlo, lei mi interrompe: - Chiamami Cass. Lo permetto solo ai miei... amici più cari. - dice guardandomi timidamente. - Amici? - e allungo una mano: - Amici. - conferma stringendola. - Blu- cioè, Cass, io... ti prometto che non ti abbandonerò, mai. E se lo farò, avrai tutto il diritto di odiarmi. - le parole mi escono da sole, inarrestabili. Lei mi lancia uno sguardo di soppiatto e poi per la prima vera volta mi dona un sorriso radioso. - Tieni, ti ho portato questa - dico, porgendole la barretta che si è quasi sciolta. - Grazie - il suo sorriso si fa ancora più grande mentre inizia a sgranocchiarla. " Che sia grazie al potere del cioccolato?" mi chiedo. " No, idiota. Sei tu. È grazie a te che sta sorridendo, cretino." questa volta anche la vocina sorride, e io non posso che essere d'accordo.

Nessun commento:

Posta un commento