lunedì 14 luglio 2014

La primavera nei tuoi occhi

Capitolo 9 - La leggenda dei fiori blu
Dai racconti della nonna:
" Circa duemila anni fa, un giovane eroe, Mack, vagava alla ricerca di un posto dove vivere. Dopo tanto girovagare, era passato l'autunno e l'inverno, anche la primavera, ed ora era estate, trovò una pianura che soddisfaceva le sue esigenze. Prima di popolarla, però, decise di esplorare le sue nuove terre, a cavallo. Il suo destriero, Silver, era speciale: era un cavallo selvaggio, dal manto argentato come gli occhi del suo cavaliere, che Mack aveva catturato ed allevato da quando era un puledro, il più bello della mandria.
L' eroe era già in viaggio da parecchio tempo, e la stanchezza, la fame e la sete cominciavano a farsi sentire. Raggiunse una radura protetta da una montagna il cui picco era innevato. Nella radura c' erano parecchi fiori di varie dimensioni, e in fondo uno uguale agli altri, ma enorme rispetto ad essi.
La parte sotto dei fiori era blu notte, mentre i petali erano bianchi, con una striscia dorata nel mezzo. Ognuno era coperto da un lieve strato di neve, nonostante fosse estate. Era il tramonto e la maggior parte dei fiori era semichiuso, alcuni erano boccioli, ed il più grande era totalmente sigillato, chiuso su sé stesso. Mack si avvicinò e sfiorò delicatamente i petali del grande fiore, e quello si schiuse, rilasciando una polverina dorata che si sparse nell'aria brillando come la fioca luce delle lucciole, ed un po' gli rimase sulle dita.
Più tardi, al crepuscolo, Silver era stanco ed assetato, ed anche Mack. L'eroe camminò insieme al suo cavallo, fino ad arrivare al mare, che spumeggiava tranquillamente. Mack pensò di essere davvero fortunato.
Per anni molti si chiesero dei fiori blu, finché non fu ritrovato un antichissimo libro che svelava il loro ( magico) mistero.


Dal libro ritrovato:
" I fiori blu sono una specie molto rara e particolare. Il clima dove crescono è sempre mite ma con inverni rigidi, in quanto il gelo li aiuta a crescere. Si può notare perfino in estate la neve perenne su di loro. Non hanno una dimensione media, e sono sempre chiusi/ socchiusi, fino a che non accade un evento che unisce due cuori. La schiusa avviene però solo in primavera/ estate. Il tempo vita di questi fiori dipende sempre dal grande fiore.

Il grande fiore
Il grande fiore è il più grande che sia mai stato visto di codesta specie. È sempre chiuso, la sua schiusa avviene solamente in primavera: per avvenire, una persona speciale deve toccare i suoi petali sigillati. Se ciò accade, la vita del fiore dipenderà da quella della persona. Il fiore può vivere fino a tremila anni senza trovare la persona dalla quale dipenderà. Trascorsi tremila anni esatti, il fiore morirà in unico istante. La ricrescita è molto lenta e spesso impossibile, in quanto un grande fiore giovane necessita di temperature polari."

Nessun commento:

Posta un commento