sabato 25 ottobre 2014

Chains and Broken Dreams

POV Nate

- Cosa... che facciamo oggi? - chiedo a Will, rabbrividendo ad ogni raffica di vento.
Lui fissa ancora una volta il cielo.
- Pioverà - commenta.

- Sì, me l'hai già detto - replico.

Certe volte è proprio esasperante.

- Appunto - ribatte, facendo un cenno eloquente con la mano.

Alla fine ci ritroviamo a camminare in silenzio verso casa mia: la casa dei miei genitori non è molto distante, ed è anche piuttosto grande.

Frugo nelle tasche per cercare le chiavi, poi apro la porta.
- Sono a casa - borbotto, e Will subito dietro di me.
Ci leviamo le scarpe e abbandoniamo senza tante cerimonie gli zaini in un angolo.

Il viso di mia madre fa capolino dalla cucina.
- Bentornato, tesoro. Ciao, Will caro! - dice, e noi ci accomodiamo in cucina.

Mia madre ha sempre avuto l'abitudine di chiamare "caro" tutti i miei amici, ma ormai Will è quasi uno di famiglia.

- Com'è andata oggi la scuola? - mi chiede la mamma.
Ovviamente è una domanda del tutto superflua.
- Al solito - rispondo, prendendo due bicchieri e riempiendoli d'acqua.

Ne porgo uno a Will.

Non dice niente, sfiorandolo appena con due dita.

Tic. Tic. Tic. Toc.

Le prime gocce di pioggia bussano alla finestra, facendoci alzare lo sguardo.
Will mi guarda, inarcando un sopracciglio.
Sbuffo.

Odio quando ha così maledettamente ragione.

Mia madre segue interessata il nostro scambio di sguardi, spostando gli occhi da me a Will come se seguisse una partita di ping-pong.

- Esco - dice Will, calmo, e si dirige verso il nostro ampio giardino.

Lo seguo.

Calpesta senza fretta l'erba rigogliosa e bagnata, poi rimane immobile ed alza il viso verso  il cielo, lasciando che la pioggia glielo bagni.
Lo fisso in silenzio, rimanendo però all'asciutto.

- Ti prenderai un raffreddore - osservo. Lui non risponde.

Non sarà certo un raffreddore a distogliere Will dai suoi pensieri, questo è poco ma sicuro.

Si volta a guardarmi. È già fradicio.

- Sei... - non mi lascia finire la frase, ed annuisce. Lo sa anche lui.

- Ne vale la pena - sussurra.

-

Note dell'autrice:
no, non piove! C'è un bel sole, incorniciato da un mucchio di nuvole bianche. Ma, be', adoro la pioggia, e pioverà spesso in diversi capitoli. Cominciate le vacanze, spero di scrivere un po' di più. Baci

Nessun commento:

Posta un commento