giovedì 30 ottobre 2014

Chains and Broken Dreams

POV Nate

Alla fine, io e Will non abbiamo messo in chiaro un bel niente.

È frustrante, per me, ma so che ha bisogno di pensarci.

In questo momento è seduto sul prato, lo sguardo fisso rivolto al cielo e il suo amato quaderno sulle ginocchia.

Mi siedo accanto a lui, e per un po' guardo anch'io il cielo azzurro, decorato da poche e grosse nuvole bianche.


- A cosa stai pensando? - gli chiedo, e lui sposta lo sguardo su di me, poi si fissa la punta delle scarpe.

- Lo sai, Nate... ciò che ci uccide ci rende eterni - dice, alzando nuovamente gli occhi al cielo.

Le nuvole candide si riflettono nei suoi occhi neri, facendoli brillare.

- La morte uccide. La morte è eterna. La morte ci rende eterni - spiega, gli occhi ora chiusi, come se fosse un concetto difficile da spiegare, un concetto per il quale ci vuole molta la concentrazione.

Inclino la testa di lato, cercando di trarne qualcosa di significativo.

- E questo cosa centra con ciò che ti ho chiesto ieri? - domando infine, inarcando un sopracciglio.

Apre gli occhi di scatto e mi lancia un'occhiata di traverso.

- ... - penso che anche stavolta non risponderà, invece...

- Non centra niente. Ma è così - risponde infine, aggiungendo un breve sospiro alla fine, come a sottolineare una cosa ovvia.

"È così cosa?" sto per chiedere, ma mi batte sul tempo.

- La morte è un effetto collaterale del vivere - afferma, scuotendo piano la testa.

- Will, a volte davvero non ti capisco - dico dopo un po', rompendo il silenzio che s'era venuto a formare.

- Lo so - replica, abbozzando un sorriso leggero e sdraiandosi.

Non aggiungo altro e lo imito.

L'erba pungente mi solletica le orecchie e mi si infila nei capelli.


Con la coda dell'occhio noto Will sbadigliare.

- Scusa, Nat - mormora, prima di alzare la testa e girarsi verso di me, poi appoggia il capo sulla mia spalla e chiude gli occhi.

Rimango in silenzio, guardando il cielo che sembra farsi ancor più luminoso.

-

Note dell'autrice:
e come da copione... un'altra scenetta dolce che non era prevista! Un capitolo, massimo massimo due, e poi arriverà la nostra bella fanciulla! Contenti? Comunque sia, vado. Baci

Nessun commento:

Posta un commento