martedì 25 novembre 2014

Chains and Broken Dreams

POV Nate

Finalmente il mio Will è qui, al sicuro tra le mie braccia.

Gah, mi sembra di parlare come una ragazzina innamorata. Da quand'è che sono così sensibile a tutto ciò che lo circonda? Da quand'è che ne sono così geloso? Davvero non capisco, ma ora non conta.

Con calma me lo stringo al petto, non mi importa se sta soffocando nel mio abbraccio, e intanto inspiro il suo profumo che è diventato più dolce e con una spiccata nota floreale.

Qui qualcosa non quadra.

Mugugno fra me e me, continuando a spupazzarlo un po'. Infondo, questa è la mia "vendetta". Se pensa di potermi tenere all'oscuro di tutto quello che fa, si sbaglia di grosso. Non sono più l'ingenuo ragazzino di una volta, quello dall'espressione angelica, e innocente come un cerbiatto.

Cerco di godermi il più possibile l'abbraccio in cui lo sto stringendo, perché so che domattina dovrò uscire presto, sgattaiolare fuori dall'appartamento in modo silenzioso e furtivo, manco fossi un ladro, e tutto ciò solo per non svegliarlo.

E so anche che il sonno sta per venirmi a prendere, tenta di convincermi facendo leva sulla mia stanchezza, ma resisto un po', finché, troppo preso dal crogiolarmi nell'inebriante calore di Will, cedo senza alcuna resistenza, emettendo un breve sospiro soddisfatto.

Prima di sprofondare in un sonno calmo e privo di sogni, sento Will rigirarsi nella presa allentata delle mie braccia, poi mi passa una mano fra i capelli e mi si avvicina ancora un po'.

-

Note dell'autrice:
yo! Allora, prima che mi dimentichi, dato che volevo già dirvelo ieri sera: ascoltatevi tutti Just Give a Reason di P!nk ft. Nate Ruess, è la canzone che mi ha dato l'ispirazione per scrivere questa storia (e per - non si nota, ahaha - il personaggio di Nathaniel). Be', potete anche non ascoltarla, ma io vi consiglio di farlo. Oh, c'è un aggiornamento su Wattpad! Scappo, ciaoooo

Nessun commento:

Posta un commento