giovedì 27 novembre 2014

Chains and Broken Dreams

POV Nate

Nella stanza il buio mattutino ancora fa da padrone, ma fuori albeggia e capisco che devo alzarmi, se voglio fare colazione e non arrivare in ritardo al lavoro. Con un lamento soffocato e il cuore piangente mi scosto dal corpo caldo di Will, soffermandomi un ultimo istante sul suo volto rilassato e sui suoi capelli sparsi sul cuscino.

Il tempo di una carezza veloce, lieve come un soffio di vento, e poi sono già in bagno a svegliarmi a suon di schizzi d'acqua gelida.

Non è certo il buongiorno che desidererei, ma mi debbo accontentare. Mi ripeto di essere forte, ma la tentazione ha la meglio e con un brevissimo sospiro sbircio nella camera da letto ancora immersa nel buio, da cui giunge solo il respiro lento di Will.

Un sorrisetto idiota mi illumina il viso, mentre mi dirigo in cucina per far colazione. La dispensa è quasi vuota, e, smorzando appena il sorriso, prendo l'ultimo croissant rimasto, dall'aspetto vecchio e forse un po' ammuffito. Inizio a borbottare fra me e me, rallegrandomi del fatto che così Will potrà mangiare i cereali, e non questo davvero misero croissant.

Prima di uscire, cerco un post-it e un pennarello.
"Buona giornata :)" scrivo rapidamente, un'abitudine che ho da tempo immemore e che molto probabilmente mi porterò fino alla vecchiaia, se ci arriverò.

Infine lo attacco allo sportello della dispensa, e, soddisfatto, prendo la borsa del lavoro.


Le ore paiono dilatarsi all'infinito, e per quanto preghi la pausa sembra distare anni luce. Sussulto quando qualcuno mi sfiora la spalla, e mi giro di scatto.

- Nathaniel... ho un grande favore da chiederti - mi dice Dave, il capo, e, con un sospiro trattenuto, annuisco.

- Potresti rimanere qua nella pausa? Ovviamente poi dopo avrai tutto il pomeriggio libero... - implorante, mi fissa con aria contrita.

- Okay - rispondo, sotto sotto scocciato. Lui sospira di sollievo, e poi si volatilizza.

Ma d'improvviso ho un'idea, e la prospettiva di rimanere qui ancora qualche ora si fa meno pesante.

E se riuscissi a seguire Will? Potrei vedere che fa e dove va.


Ahimè, la mia curiosità non avrebbe portato a nulla di buono, se non a darmi mille volte del cretino e a vedere qualcosa che avrebbe spezzato di netto il mio stupido cuore innamorato.

-

Note dell'autrice:
cosa vedrà Nate? Dai, fate delle ipotesi! Forse vi posto il prossimo capitolo... ma voi datemi un motivo per farlo ;)) Baci (a dopo, forse)

Nessun commento:

Posta un commento