domenica 9 novembre 2014

Chains and Broken Dreams

POV Nate

Lo sguardo di Will sembra attraversarmi la schiena.

Nonostante mi sforzi di apparire impassibile, mi sento avvampare.

È davvero insopportabile, e vorrei gridargli "la smetti di fissarmi?!" ma è al contempo terribilmente piacevole, sentire il suo sguardo accarezzarmi il collo e la schiena.


- Io dormo. Buonanotte - borbotto quasi fra me e me, infilandomi sotto le coperte.

Click! odo la luce spegnersi, e poi il peso di Will che si siede sul bordo del letto.

Resto girato di schiena, ancora imbarazzato, quando percepisco il suo corpo caldo contro il mio.

Si accoccola di fianco a me come un gatto, soffiandomi un "buonanotte" fra i capelli, poi tira nuovamente su le coperte.


Non è la prima volta che dormiamo insieme, ma è alquanto raro, dato che Will ha una certa stazza ed entrambi abbiamo bisogno dei nostri spazi, di notte.

Resto sveglio ad ascoltare il suo respiro, che va via via regolarizzandosi, poi quando sono certo che stia dormendo mi rigiro lentamente e mi stringo al suo braccio, lasciando che il suo confortante calore e il suo calmo respiro mi cullino, finché non mi addormento.

Infondo, molto infondo, non è lo spazio che conta.

-

Note dell'autrice:
ve l'aspettavate una scenetta così dolciosa? No? Neanch'io! Okay, lo so, il capitolo è cortino ma ho dovuto fare i compiti e il mio mal di testa si dimezzato ma non è svanito. Ora ve ne scrivo un altro, okay? Stancamente, un abbraccio

Nessun commento:

Posta un commento